Want help with your product upgrades? Upgrades made easy

Applicazione dei criteri relativi al contenuto della posta elettronica


Si può utilizzare la funzionalità di controllo delle parole chiave e quella di controllo degli allegati di GFI MailEssentials per eseguire la scansione delle e-mail alla ricerca, rispettivamente, di parole chiave e di allegati.

Le regole di filtraggio avanzate basate sugli utenti consentono di eseguire un filtraggio flessibile e granulare di qualsiasi parte del messaggio, inclusi intestazione, oggetto, corpo, nome e contenuto degli allegati, usando diversi tipi di metodi di corrispondenza di modelli, incluse le espressioni regolari.

Ad esempio, potete utilizzare la funzionalità del controllo delle parole chiave per eseguire la scansione delle e-mail alla ricerca di parole chiave inopportune, di natura volgare, razziale, sessuale o altrimenti offensiva. Tale tipo di ricerca può anche servire da ulteriore filtro contro lo spam, semplicemente configurandola per bloccare parole chiave di spam diffuse.

La funzionalità di controllo degli allegati garantisce che gli allegati inviati e ricevuti siano in un formato di file in linea con i criteri aziendali e si serve della tecnologia di rilevamento del tipo di file in tempo reale, così da accertarsi che non venga usata la ridenominazione delle estensioni dei file per raggirare i controlli. Potete scegliere di bloccare tutte le e-mail in arrivo che contengono tipi di allegati potenzialmente pericolosi oppure di bloccare file che sprecano larghezza di banda e produttività, come quelli .mp3 e .Mpeg.

Regole di filtraggio basate sull'utente vi consentono di bloccare le e-mail in base a modelli da voi definiti, per esempio espressioni regolari. Questa funzionalità è di gran lunga più potente del semplice controllo tramite parole chiave. Per esempio, potete utilizzare le regole di filtraggio del contenuto predefinite per bloccare le e-mail contenenti numeri di carte di credito o codici fiscali/numeri di previdenza sociale.

In tutti i casi, si possono definire le regole a livello di utente o gruppo e configurare esclusioni. Si possono attivare azioni, tra cui l'inoltro e la quarantena a fini di analisi da parte dell'amministratore, o la rimozione di contenuto bloccato prima dell'inoltro al destinatario desiderato.

Email content policy enforcement

Precedente | Successiva