Want help with your product upgrades? Upgrades made easy

Download per nuovi clienti
I nuovi clienti possono
scaricare la versione di prova GRATUITA
per 30 giorni


Divisorio

Aggiornamento gratuito
I clienti che abbiano sottoscritto
un abbonamento valido hanno diritto
a un aggiornamento GRATUITO e possono
scaricare la nuova versione

Ricezione di un nuovo codice
ricevere un nuovo codice

Divisorio

Clienti senza abbonamento - Ricezione di un nuovo codice
I clienti che non abbiano sottoscritto
un abbonamento valido e che
desiderino procedere all'aggiornamento, possono
scaricare la nuova versione

Rinnovo contratto di manutenzione
e rinnovare il
contratto di manutenzione

Novità di GFI EndPointSecurity™ 2013 SR1

Data di rilascio: 25 luglio 2013

Crittografia AES 256

Ora la funzione di crittografia dei volumi di GFI EndPointSecurity comprende AES 256, oltre all'AES-128 già disponibile.

Autorizzazioni per specifici numeri di serie di dispositivi

Ora un criterio può contenere autorizzazioni per specifici numeri di serie di dispositivi; questa funzionalità è molto utile in casi in cui uno specifico dispositivo, che ha un numero di serie esclusivo, deve essere considerato in modo diverso.

Analisi del rischio per computer con Windows 8 e Windows Server 2012

GFI EndPointSecurity si è adattato al cambiamento tecnologico dei due nuovi sistemi operativi pertanto ora include un'apposita funzione di analisi completa.

Migliorata protezione mediante agenti

La protezione mediante l'agente GFI EndPointSecurity è stata migliorata per bloccare gli utenti che tentano di manomettere l'agente e accedere ai dispositivi.

Nuovi tipi di archivio riconosciuti

Ora GFI EndPointSecurity riconosce la maggior parte dei tipi di archivio noti e controlla i file al loro interno per garantire una maggiore protezione. Vengono individuati i tipi di archivio seguenti: 7z, arj, bz2, bzip2, cab, deb, gz, gzip, iso, jar, lha, lzh, lzma, rar, rpm, tar, wim, xar, xpi, z, zip. 

Divisorio

Seguono alcune delle funzioni di GFI EndPointSecurity 2013:

Data di rilascio: 12 marzo 2013

Questa versione di GFI EndPointSecurity 2013 migliora l'operatività, e previene la perdita di dati a livello di endpoint (DPL) mediante la crittografia dei dispositivi di memoria USB.

Funzioni di valutazione del rischio

GFI EndPointSecurity 2013 dispone, in una dashboard, di funzioni per valutare il rischio di perdita dei dati a livello di endpoint.

Il motore di valutazione del rischio prende in considerazione diverse variabili, inclusi il livello di attività all'endpoint, i dispositivi rimovibili usati, il loro livello di rischio e, ovviamente, le misure prese per impedire l'eventuale perdita di dati. Quindi assegnerà un livello di rischio a ogni endpoint e un livello di rischio globale alla rete, entrambi disponibili in un nuovo pannello degli strumenti concepito specificamente per questa funzione. La dashboard consente agli utenti di vedere maggiori dettagli per ogni endpoint e fornisce ulteriori informazioni sulle operazioni necessarie per ridurre i livelli di rischio, mostrandoli sia per la rete che per gli endpoint. Inoltre contiene collegamenti alla maggior parte delle operazioni abituali, nonché le operazioni da eseguire al fine di ridurre i livelli di rischio, semplificando l'uso del prodotto da parte degli utenti. I rischi possono essere valutati su richiesta o a intervalli calendarizzati.

Rilevamento del contenuto

Il modulo di rilevamento dei dati analizzerà i file che transitano per gli endpoint tramite i dispositivi rimovibili e sarà in grado di individuare il contenuto sulla base di espressioni normali preconfigurate (o personalizzate) e dei file di dizionario. Per impostazione predefinita il modulo cercherà informazioni sensibili in materia di sicurezza come SSN, PAN ecc., nonché informazioni importanti a livello di settore, come nomi di malattie, farmaci, prodotti chimici pericolosi, linguaggio quotidiano o termini dispregiativi/razzisti.

Tipi di file supportati: txt, pdf, doc, docx, xls, xlsx, html, xml